Il Premio svizzero della scena, assegnato per la prima volta nel 1993 dalla KTV ATP, è un riconoscimento all’opera omnia di una persona o un gruppo. Dal 2015 questo premio fà parte dei Premi svizzeri di teatro ed è conferito dall’Ufficio federale della cultura. Il suo valore ammonta a 30’000 franchi nel caso di persone singole e a 50’000 se si tratta di un gruppo. Un comitato ad hoc della KTV ATP propone alla giuria federale del teatro tre nominati, tra i quali questa sceglierà il vincitore del premio principale. A ogni nomina è destinato un premio pari a 5’000 franchi.  Il vincitore / la vincitrice sarà reso/a noto/a in occasione dell’apertura della Borsa Svizzera degli Spettacoli di Thun, durante la quale sarà anche assegnato il Premio svizzero della scena.

Laureati/e Premio svizzero della scena

2018: Les Petits Chanteurs à la Gueule de Bois (anche nominati: OHNE ROLF, Lapsus)

2017: schön&gut (anche nominati: Karim Slama, Les Batteurs de Pavés)

2016: Compagnia Baccalà (anche nominati: Heinz de Specht, Manuel Stahlberger)

2015: Pedro Lenz (anche nominati: Silvana Gargiulo, Uta Köbernick)

2014: Jürg Kienberger

2013: Eugénie Rebetez

2012: Pippo Pollina

2011: Karl’s kühne Gassenschau

2010: Ueli Bichsel

2009: Yann Lambiel

2008: Massimo Rocchi e Daniele Finzi Pasca

2007: Joachim Rittmeyer

2006: Peter Wyssbrod

2005: Gardi Hutter

2004: Andreas Thiel e Jean Claude Sassine

2003: Alex Porter

2002: Ferruccio Cainero

2001: Musique Simili

2000: Markus Zohner Theater Compagnie

1999: Ursus & Nadeschkin e Pfannestil Chammer Sexdeet

1998: Thierry Romanens

1997: Stimmhorn

1996: Bubble town

1995: Michael von der Heide

1994: Tandem Tinta Blu

1993: Mark Wetter

Comitato di nomina del Premio svizzero della scena 2019

Anina Barandun, Zurigo, dott. phil., capo redazione SRF radiodramma e satira. Membro della Commissione di selezione della Borsa Svizzera degli Spettacoli 2009 e 2010, membro della giuria del Premio svizzero della scena dal 2011 al 2013, membro della giuria Salzburger Stier dal 2006.

Irene Brioschi, Dietikon, presidente KTV ATP, MAS Management of Social Services, CAS gestione culturale, delegata agli affari culturali della città di Dietikon, operatrice indipendente di progetti culturali, già direttrice del TheaterDietikon (2007-2015).

Camille Destraz, Cossonay (VD), direttrice e programmatrice al Théâtre du Pré-aux-Moines à Cossonay dal gennaio 2018, co-programmatrice al Théâtre de Beausobre a Morges dal 2012 al 2018, giornalista freelance (le Matin Dimanche, Le Temps, Bilan…) dal 2006.

Masha Dimitri, Ascona, membro comitato KTV ATP, artista, attrice, regista, già direttrice del Teatro Dimitri Verscio.

Sonja Hägeli, Zugo, lic. phil., MAS Cultural Management, dal 2006 responsabile dei settori letteratura, teatro, danza e circo nella promozione culturale della Fondazione Ernst Göhner. Dal 1992-1999 direttrice aggiunta del Centro culturale Alte Kaserne Winterthur, dal 1999-2005 delegata agli affari culturali della città di Zugo.

Lorenzo Malaguerra, Monthey, direttore del Théâtre du Crochetan, regista, presidente della Conferenza dei delegati culturali del Vallese.

Cyril Tissot, La Chaux-de-Fonds, Delegato agli affari culturali della città di La Chaux-de-Fonds, membro del Comitato della Conferenza delle città in materia culturale e di Reso – Rete danza svizzera.

Urs Wehrli, Zurigo, attore teatrale (Ursus & Nadeschkin), autore di libri (Kunst Aufräumen), vincitore di premi come il Premio svizzero della scena, il Salzburger Stier, il Deutscher Kleinkunstpreis, l’Anello Hans-Reinhart e altri, membro del Comitato patronale delle arti sceniche, Svizzera.